Ius Laboris: Paesi a confronto - Il diritto del lavoro nella gestione di una ristrutturazione transnazionale in Europa

Indietro
Ius Laboris: Paesi a confronto - Il diritto del lavoro nella gestione di una ristrutturazione transnazionale in Europa
Categories
Notizie
Data:
28 Ott 2016

Lo studio legale Toffoletto De Luca Tamajo e Soci ha ospitato a Milano il workshop “How to manage a transnational restructuring - The basics & insider tips from around Europe” tenuto dal Restructuring International Practice Group (IPG) di Ius Laboris, la più grande Alleanza mondiale di specialisti in diritto del lavoro che lo Studio rappresenta in Italia.

Sono sempre di più le operazioni di M&A che vedono coinvolte aziende di diversi Paesi. Uno degli aspetti principali che le società devono considerare in queste occasioni è quello legato al diritto del lavoro, soprattutto  nei casi di successive riorganizzazioni e ristrutturazioni a livello transnazionale che coinvolgono le giurisdizioni dei diversi Paesi.

Durante il workshop, gli esperti di Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia si sono confrontati sulle normative riguardanti la gestione delle risorse umane, mettendo a confronto la legislazione dei propri Paesi su licenziamenti collettivi e trasferimenti di azienda, con un focus specifico sulle normative che regolamentano le procedure di informazione e consultazione sindacale.

 Il panorama che ne è risultato è molto variegato e le problematiche con le quali le aziende si scontrano possono essere molto diverse da Paese a Paese.

«Se esaminiamo, per esempio, uno dei temi tra i più delicati, cioè le procedure di licenziamento collettivo, è facile evidenziare come ogni giurisdizione abbia specifiche regolamentazioni che debbono necessariamente coordinarsi con quelle degli altri paesi coinvolti in quanto l’attuazione di una procedura, formalmente corretta in una nazione, può ripercuotersi negativamente su quella avviata in altro paese. Una collaborazione tra HR e legali di tutti i paesi interessati al processo è fondamentale per il successo dello stesso – ha commentato l’avvocato Emanuela Nespoli, partner dello studio, membro dell’IPG di Ius Laboris e relatrice al workshop. ».

Al dibattito, moderato dalla responsabile delle risorse umane di Barclays Italia, Milvia Sica, hanno partecipato per l’Italia l’avvocato Emanuela Nespoli, partner di Toffoletto De Luca Tamajo e Soci; per il Belgio l’avvocato Jean-Paul Lacomble, partner di Claeys & Engels; l’avvocato francese Judith Adams-Biron di Capstan Avocats; per la Germania lo studio Kliemt & Vollstadt con il partner Alexander Ulrich e l’avvocato Colin Leckey, partner di Lewis Silkin, per la Gran Bretagna – tutti membri di Ius Laboris.